Associazione "Il Consiglio dei Bamboccioni"

Costituita nel Aprile del 2011, “Il Consiglio dei Bamboccioni” è un'associazione di volontariato specializzata sui temi riguardanti la gioventù che non ha fini di lucro neanche indiretto ed opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale.

Lo spirito e la prassi dell'Associazione hanno a cuore ed intendono pertanto focalizzarsi sull’educazione, sull’orientamento e sull’inserimento sociale dei giovani e degli adolescenti.

 

“Il Consiglio dei Bamboccioni” nasce dalla volontà dei giovani di rispondere a tono a tutti coloro che non comprendono minimamente cosa significa oggigiorno “essere giovani” .

In un contesto di Crisi Mondiale, che tra l’altro non ha origine nei giovani quanto semmai nelle scelte erronee operate dal mondo degli adulti negli anni passati, si è andata affermando e diffondendo spesso l’idea del fenomeno “adolescente come bamboccione”, nell'accezione di uomo dal comportamento infantile e viziato, poco maturo o responsabile giovane maturo, che invece di rendersi autonomo continua a stare in casa con i genitori, e si fa mantenere da loro.

 

Tale fenomeno risulta in forte collegamento con la “precarietà”(sociale, affettiva, lavorativa, etc.), ma anche con il “mammismo italiano” e fenomeni quali il “baronismo domestico”, il dramma della “solitudine esistenziale”, etc.. Ultimo fenomeno che merita una trattazione a parte e che sta emergendo in modo determinate nel contesto italiano è costituito dai cosiddetti “Neet” (Not in education, employment or training): giovani, tra i 15 e i 29 anni di età, che non lavorano né sono impegnati in corsi di studio o formazione.

 

Noi dell’Associazione “Il Consiglio dei Bamboccioni” intendiamo accogliere tale provocazione in considerazione e constatazione del fatto che l’adolescenza non è una patologia (per l’appunto “bamboccioni”) ma una fase del ciclo vitale che merita, in questo periodo di crisi mondiale, particolare attenzione da parte delle politiche e da parte della popolazione.

 

“Il Consiglio” vuole essere, già di per sé, una risposta chiara ed immediata alla società: l’adolescente è il protagonista attraverso cui si realizza il territorio e la comunità. L’adolescente è il prezioso Capitale Umano, fonte di rigenerazione del vecchio tessuto sociale italiano. L’adolescente è creatività, innovazione, aggiornamento, spinta evolutiva e cambiamento. L’adolescente é pertanto ossigeno prezioso per la nostra società.

 

Alle passate generazioni, nate e cresciute in un contesto protetto di “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo”, sono stati pertanto generalmente garantiti i diritti quali il possesso di una casa, il diritto di farsi una famiglia, il diritto al lavoro, il diritto allo studio, etc.

 

Oggigiorno si parla invece di “Diritti Selettivi” o “acquisiti”: i diritti rimangono scritti sulla carta, almeno in teoria, ma i giovani devono acquistare precocemente la consapevolezza e le capacità di farli rispettare fattivamente nella pratica. Come per dire: “il diritto, dal punto di vista ereditario e genetico, lo possiedi ma è compito esclusivamente tuo quello di realizzarlo, al di là del contesto (civile, sociale, culturale, etc.) predisponente o non il carattere, in cui vivi”.

 

In tale scenario si inserisce il potere dell’Associazione consistente nella capacità di offrire contesti produttivi in cui inserire azioni progettuali favorenti il protagonismo giovanile. L’associazione è pertanto un “contesto di allenamento, diverso dalle altre agenzie educative, in cui offrire opportunità ai giovani per crescere come cittadini, come uomini adulti e professionisti.

I Municipi di Roma Capitale

I Municipi si occupano della parte finanziaria, dello sviluppo economico e dell’edilizia che riguarda il territorio di riferimento e nello specifico si occupano:


a) i servizi demografici;
b) i servizi sociali e di assistenza sociale;
c) i servizi scolastici e educativi;
d) le attività e i servizi culturali, sportivi e ricreativi in ambito locale;
e) le attività e i servizi di manutenzione urbana, gestione del patrimonio comunale, disciplina dell'edilizia privata di interesse locale;
f) le iniziative per lo sviluppo economico nei settori dell'artigianato e del commercio, con esclusione della grande distribuzione commerciale;
g) le funzioni di polizia urbana nelle forme e modalità stabilite dal Regolamento del Corpo della polizia municipale di Roma

Le Scuole Partner

 

I.C. "Carlo Alberto Dalla Chiesa"

I.C "Via Tiburtina Antica"

I.C "Via Val Maggia"

I.C. "Padre Semeria"

I.C "Falcone e Borsellino"

I.C. "Montezemolo"

I.C. "Fucini"

 

Il nostro Manifesto della partecipazione giovanile!!

Il nostro Manifesto della partecipazione giovanile!!